Brogli elettorali USA: Twitter a rapporto con il senatore repubblicano Ted Cruz. Colloquio al congresso americano
Novembre 19, 2020 112 Visualizzazioni

Brogli elettorali USA: Twitter a rapporto con il senatore repubblicano Ted Cruz. Colloquio al congresso americano

Il senatore repubblicano Ted Cruz, chiama a rapporto al Congresso americano il CEO di Twitter Jack Dorsey.

Cruz fa domande specifiche in merito ai brogli elettorali ed ai post su questo tema che vengono attenzionati da twitter in maniera negativa.

Il senatore vicino a presidente Trump ha affermato che dal 27 ottobre all’11 novembre Twitter ha etichettato oltre 300.000 tweet relativi alle elezioni, di cui almeno 50 condivisi o ritwittati dal presidente Donald Trump. Di questi, 456 tweet erano schermati con etichette che richiedevano al lettore di fare clic per leggere il post. La società ha rappresentato che molti tweet etichettati rappresentavano lo 0,2% di tutti i post relativi alle elezioni del 2020.

Twitter era già stato avvisato a fine ottobre  dal segretario del Dipartimento per la sicurezza interna Chad Wolf, il quale aveva descritto l’uso di Twitter della politica e dell’ideologia come una minaccia per la sicurezza nazionale. Wolf spiegava infatti in una lunga lettera a Jack Dorsey come l’eccessiva censura di Twitter rappresentava una minaccia alla sicurezza per le operazioni del DHS. Infatti il segretario del DHS citava la censura subita dall’alto funzionario della dogana e della pattuglia di frontiera Mark Morgan, che aveva sottolineato l’efficacia del nuovo muro di confine per  scoraggiare il traffico di droga e di esseri umani.

Ricordiamo che il CEO di Twitter Jack Dorsey, il CEO di Google Sundar Pichai e il CEO di Facebook Mark Zuckerberg, avevano già testimoniato a fine ottobre sotto giuramento davanti al Comitato del Senato per il Commercio, la Scienza e i Trasporti. decidendo di comparire volontariamente e da remoto per evitare la citazione in giudizio.

Sul The Daily signal puoi trovare un descrizione molto dettagliata dei 6 punti discussi a Capital Hill davanti alla commissione giudiziaria del Senato americano.

Previous Quanti decessi in tutto il mondo nel 2020? Le variazioni negli ultimi 10 anni
Next Tribunale di Lisbona: il test PCR non determina la positività al Sars-Cov-2

Può interessarti anche

NEWS

Le misure igienico-sanitarie del DPCM 4 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato un nuovo Dpcm con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, in questo

NEWS

Paolo Limonta per tutti i bambini: “non mi farò rinchiudere in un contenitore di plexiglass”

Già partono nuove proteste, questa volta a parlare con amarezza, ma con forza per lottare, é l’assessore all’Edilizia scolastica del comune di Milano. Paolo Limonta, maestro di scuola elementare da

NEWS

Il senatore repubblicano Josh Hawley attacca Mark Zuckerberg. Panico al congresso USA

Il CEO di Facebook è stato ascoltato dal Congresso americano sulla questione della gestione del suo social network, in riferimento alle elezioni americane del 2020. Mark Zuckerberg é stato incalzato