Ministero dell’Interno: I provvedimenti dei dPCM sono raccomandati e “non correlati a sanzioni”
Novembre 1, 2020 6271 Visualizzazioni

Ministero dell’Interno: I provvedimenti dei dPCM sono raccomandati e “non correlati a sanzioni”

Sta circolando da qualche giorno una slide del Viminale in alcuni post facebook e di altre piattaforme, dove si mette in risalto esclusivamente una pagina del documento integrale.

Vediamo cosa scrive il Ministero dell’Interno all’interno di una Circolare pubblicata pochissimi giorni dopo l’ultimo dPCM del Governo Conte, il 27 ottobre 2020.

Circolare Ministero dell'Interno del 27 ottobre 2020

Circolare Ministero dell’Interno del 27 ottobre 2020

La Circolare, che é del 27 ottobre 2020, e riguarda il DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) del 24 ottobre 2020 – Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il gabinetto del Ministero dell’Interno specifica a pagina 2 che “nel DPCM del 24 ottobre 2020, come già in precedenti provvedimenti, si rinvengono alcune nuove previsioni di contenuto esortativo, formulate in termini di raccomandazione, le quali, benché non correlate a sanzioni, intendono sollecitare l’adozione di comportamenti ispirati alla massima prudenza e al senso di responsabilità dei singoli”.

Circolare 27 ottobre 2020. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 ottobre 2020. Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19

Pagina 2 della Circolare 27 ottobre 2020. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 ottobre 2020. Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19

Ci chiediamo dunque se le norme contenute nel dPCM 24 ottobre 2020, ma anche nei precedenti, siano espresse in forma di “raccomandazione”? Quindi, se sono obbligatorie a tutti gli effetti?

Ma non solo, la Circolare del Viminale specifica che i provvedimenti non sono “correlati a sanzioni” e che dunque “intendono sollecitare l’adozione di comportamenti ispirati alla massima prudenza e al senso di responsabilità dei singoli”, anche qui ci poniamo delle domande legittime.

Senza mai negare, come descrive la Circolare stessa, l’assunzione e l’adozione “di comportamenti ispirati alla massima prudenza, al senso di responsabilità dei singoli” ed al rispetto nelle norme emanate e delle leggi, vi preghiamo, per una migliore lettura di quanto abbiamo scritto, di rivolgervi al vostro avvocato o alle associazioni e comitati che stanno facendo assistenza in tutta Italia.

Previous Il dott. Larry Palevsky parla dei rischi dei vaccini e delle nanoparticelle di alluminio
Next La censura di Twitter é una minaccia per la sicurezza nazionale. La lettera del segretario della Homeland Security Chad Wolf

Può interessarti anche

NEWS

Dott.ssa Balanzoni: Il tampone nei bambini può portare a encefalite e meningite. Il consenso informato “deve essere attuale”

La dott.ssa Barbara Balanzoni, che fu una delle prime in assoluto a dire cosa stesse accadendo a marzo e aprile nelle terapie intensive italiane, facendo video e spiegando dettagliatamente tutto,

NEWS

Il senatore repubblicano Josh Hawley attacca Mark Zuckerberg. Panico al congresso USA

Il CEO di Facebook è stato ascoltato dal Congresso americano sulla questione della gestione del suo social network, in riferimento alle elezioni americane del 2020. Mark Zuckerberg é stato incalzato

NEWS

La lettera di Viganò alle mamme d’Italia: “Salviamo i nostri bambini dalla dittatura sanitaria!”

Carlo Maria Viganò scrive una lettera di risposta alla comunità della mamme italiane per la manifestazione organizzata il 5 settembre a Roma. Viganò, nominato e consacrato arcivescovo da Papa Giovanni