Papà speciali
24 Settembre, 2019 210 Visualizzazioni

Papà speciali

A volte é così difficile capire i comportamenti dei nostri genitori, che non consideriamo le nostre mamme e i nostri papà speciali; non ci rendiamo conto del perché di alcune loro scelte se non le viviamo noi stessi nel corso della nostra esistenza.

Un giorno Rick dice al padre:

«Papà, la vuoi fare una maratona con me?»

E Dick risponde:

«Si!»

Poi Rick chiede ancora una volta:

«Papà, vuoi fare una maratona con me?»

E Dick di nuovo:

«Si, figlio mio!».

 

Papà speciali

Il Team Hoyt in azione

Rick é affetto da paralisi cerebrale e costretto in sedia a rotelle, ma non voleva certamente fare una maratona qualunque, le ambizioni del ragazzo, seppur in evidente difficoltà, erano di partecipare all’Ironman.

L’Ironman è la gara di triathlon più difficile che esista e consiste nel compiere:

  • 4 km di nuoto,
  • 180 km in bicicletta,
  • 42 km di corsa.

Il team Hoyt

Papà speciali

Team Hoyt

Il Team Hoyt si prepara per la gara di nuoto

Dick Hoyt (1940) e suo figlio Rick Hoyt (1962) danno vita nel 1977 al TEAM HOYT, quando Dick aveva già 37 anni.

Il Team Hoyt fino all’anno 2011 ha gareggiato in 1069 gare di resistenza, di cui 69 maratone e 6 triathlon Ironman.

Rick ha compiuto 50 anni nel 2012 e Dick 72, ma agli inizi della loro carriera partecipavano a 50 gare all’anno.

Inoltre nel 1992 ha attraversato gli Stati Uniti d’America in 45 giorni, raggiungendo in totale le 3.735 miglia tra bicicletta e corsa.

«Papà, quando stiamo gareggiando mi sento come se non fossi un portatore di disabilità».

E’ la frase che pronuncia Rick al papà subito dopo la loro prima gara ed é la testimonianza reale e concreta di quello che può fare lo sport nelle situazioni di difficoltà estrema.

Ma come ha fatto Papà Hoyt a trasportare il figlio durante tutti questi anni di gare?

  • A NUOTO – trascinandolo in un canotto.
  • In BICI – trasportandolo su una bicicletta, durante le fasi di ciclismo, con una apposita seduta anteriore.
  • Di CORSA – spingendolo, durante il running, su una sedia a rotelle sportiva.

La cerimonia degli ESPYS

Papà speciali

Espys Ben Affleck

Ben Affleck premia il Team Hoyt

Inserito nella Hall of fame dell’Ironman nell’anno 2008, riceve dall’emittente televisiva statunitense ESPN nel 2013 il premio Jim Valvano Award for Perseverance”.

Alla cerimonia degli ESPYS furono omaggiati da tutti i presenti con una standing ovation, vivendo così un emozione unica ed irripetibile.

L’ESPY é un premio che viene organizzato dalla rete televisiva americana ABC (ex ESPN) per riconoscere le prestazioni legate allo sport, oltre che i risultati atletici individuali e di squadra.

La maratona di Boston

papà speciali team hoyt

Il team Hoyt durante una gara

Nel 2009 la MARATONA DI BOSTON segna la millesima corsa del Team Hoyt, ma un altro sogno di Dick Hoyt fu realizzato nell’anno 2011, quando a 70 anni spinse il figlio nella maratona di Boston.

Oggi vicino a quella che é la partenza di questa maratona si può vedere una statua di bronzo a loro dedicata nel 2013.

Rick si é laureato poi nel 1993 presso la Boston University con una laurea in “special education”.

Ha poi lavorato al Boston College in un laboratorio di ricerca dove si sviluppano sistemi di supporto alle persone disabili per la comunicazione.

Statua di bronzo Hoyt

La statua di bronzo in onore del team Hoyt

Foto raccolte da:

  • http://www.teamhoyt.com/Gallery.html

 

Previous Dopo 15 anni torna la 24 ore di basket
Next TEST Racchetta Babolat Pure Strike 98

Può interessarti anche

Educazione allo sport

Lo Sport, un mondo a parte che unisce tutti.

Presentare dei progetti all’interno dei comuni, che hanno come visione a lungo termine lo Sport e le Crescita, è un punto focale di partenza per non uscire da una linea

Educazione allo sport

Cosa fare prima di mettere lo smartphone in mano a nostro figlio

Si tende sempre a porre la questione educativa in secondo piano e, nella maggior parte dei casi, a non accettare consapevolmente di porsi come priorità assoluta la formazione dei propri

Educazione emotiva

Il miglior regalo per i nostri figli

L’infanzia dei bambini è un periodo meraviglioso che ha un tempo relativamente breve nella vita di un uomo, e che sopratutto non esisterà più quando i nostri figli saranno ormai